LE RAVIOLE DI SAN GIUSEPPE – IL TAGLIERE DELL’EMILIA ROMAGNA

Raviole di San Giuseppe servite su tagliere in legno di faggio regione Emilia Romagna
LE RAVIOLE DI SAN GIUSEPPE servite sul Tagliere dell’Emilia Romagna Elga Design

 

Le raviole di San Giuseppe sono dei biscotti secchi e ripieni di mostarda bolognese tipici del giorno di San Giuseppe, 19 marzo, che coincide con la festa del papà. Ormai nella zona di Bologna si preparano durante tutto l’anno e non solo in questo periodo, anche se restano un dolce simbolo di questa ricorrenza.

L’impasto esterno è simile ad una pasta frolla ed il ripieno è tradizionalmente realizzato con la mostarda bolognese, una confettura scura di frutta e zucchero (pere cotogne, mele cotogne e arance). In alternativa, possono essere farcite con confettura di prugna o con altra confettura non troppo dolce e di consistenza abbastanza soda.

La ricetta che ho seguito per realizzare le raviole è quella del mitico pasticcere Gino Fabbri, vi lascio qui sotto la ricetta e vi invito a seguirmi su facebook (@fabilouspastry) e instagram (@fabilouspastry).

 

Ingredienti per circa 10 raviole:

Per l’impasto delle raviole

  • 170 g di farina 00
  • 30 g di fecola di patate
  • 3 g di lievito per dolci (circa 1 cucchiaino)
  • la buccia grattugiata di mezzo limone biologico
  • 50 g di burro freddo a cubetti
  • 80 g di zucchero semolato
  • 1 uovo medio

Inoltre

  • qualche cucchiaio di latte
  • mostarda bolognese per il ripieno
  • zucchero a velo per la decorazione

Procedimento

Nella ciotola della planetaria setacciate la farina, la fecola e il lievito per dolci. Aggiungete il burro freddo a cubetti, la buccia grattugiata del limone e lavorate con la foglia fino ad ottenere un impasto sabbioso. Aggiungete lo zucchero e infine l’uovo precedentemente sbattuto. Se necessario, per rendere l’impasto della giusta consistenza (quella di una pasta frolla, morbida ma compatta) aggiungete un cucchiaio di latte.

Una volta che l’impasto è pronto, fatelo riposare in frigorifero avvolto da pellicola per almeno 1 ora. Stendete la pasta frolla ad uno spessore di 4-5 mm, usando due fogli di carta forno e aiutandovi con una spolverata di farina, se necessario.

Tagliate tanti dischi di pasta frolla con un coppapasta tondo del diametro di circa 9-10 cm, oppure in alternativa potete usare un bicchiere. Ponete all’interno di ciascun disco un cucchiaino di mostarda bolognese e chiudete a mezzaluna senza schiacciare troppo con le dita, facendo avanzare leggermente il lembo superiore oltre quello inferiore.

Dopo aver posto le raviole su una teglia foderata con carta forno, spennellatele leggermente con del latte e cospargete con lo zucchero semolato.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 175°C per circa 10-12 minuti, fino a leggera doratura.

 

Come servire le raviole di San Giuseppe

Fate raffreddare completamente le raviole e spolverizzatele con lo zucchero a velo. Esiste anche una versione “rosa” delle raviole di San Giuseppe che prevede che vengano bagnate con dell’alchermes tiepido, fatte scolare e poi rotolate nello zucchero semolato, potete scegliere di realizzare la versione che più preferite!

Una volta che le raviole sono pronte potete portarle a tavola sul tagliere in legno di faggio “L’Emiliano” e festeggiare così, con una ricetta tipica regionale, i vostri papà!

Raviole di San Giuseppe servite su tagliere in legno di faggio regione Emilia Romagna

Raviole di San Giuseppe servite su tagliere in legno di faggio regione Emilia Romagna

Per avere tutte le info sul nostro Tagliere in legno di faggio “l’Emiliano” clicca qui

TAGLIERE IN LEGNO DI FAGGIO REGIONE EMILIA ROMAGNA

 

Per scoprire le mie altre ricette servite sul Tagliere in legno di faggio “l’Emiliano” cliccate ai seguenti link

Mini crescioni spinaci e salsiccia clicca qui

Caterine e galletti  clicca qui.